Non temere Maria

 

 

 


 

"L'umanizzazione della figura di Maria è meravigliosa: quella che di solito ci viene
presentata appare molto lontana da noi comuni mortali.
Riesci a comprendere la psicologia di una donna come madre e come compagna". (Antonella D.M.)

 

"Grazie, Claudio.
Il tuo racconto è bello, molto bello e spesso emozionante. L'ho letto tutto d'un fiato e non me ne staccavo.
Gli errori di forma?1 So che li toglierai con un lavoro di correzione e limatura,
perché il libro deve essere letto da quante più persone possibili. Grazie ancora, Claudio".
(Sergio N.)

"Troviamo al contempo ambizioso e geniale proporre come voce narrante quella di Maria stessa.
Per come viene trattato il testo, ci sembra rispettoso delle verità di fede,
nonché delicato e avvincente".
(dalla Redazione Tau Editrice)
 

"Ciao Claudio!
Ho finito di leggere il tuo romanzo che, come ti ho preannunciato, ho apprezzato molto.
Mi hanno particolarmente coinvolto le parti in cui domina
la figura di Maria con il suo amore materno, i suoi dubbi, i suoi interrogativi,
le sue paure che alla fine si traducono in certezze. In queste pagine la tua prosa diventa poesia.
Molto interessanti quelle sugli usi, costumi, credenze del popolo ebraico.
Faticose quelle prettamente storiche, ma altrettanto interessanti e arricchenti:
C'è da perdersi dietro tutti quei nomi, ma diventa una sfida per chi vuol capire.
Non so se hai notato che ci sono alcuni errori di stampa.
È un peccato per un libro di grande valore qual è il tuo che sicuramente sarà letto da esperti.
Non si potrebbe allegare un'errata corrige? A presto!"
(Antonella D.M.)
 

"Claudio, quando puoi portarmi una copia del tuo bellissimo libro
che ho appena finito di leggere, lo voglio regalare ad una carissima amica"
(Paola M.)
 

"Complimenti a Claudio per questo bello e interessante lavoro, ragazzi diffondete ne vale la pena,
complimenti Claudio"
(P. Luigi M.)
 

"Ok, cmq un gran bel lavoro. Qualche pagina sicuramente la leggerò in classe.
Piacevolissimo e veramente ti fa entrare in quel mondo. Bravo Claudio"
(Claudio G.)
 

"Veramente è così bello che [alcuni errori di stampa N.d.r] non si notano nemmeno.
Ho voluto rileggerlo ora che sono in vacanza. Grazie."
(Rosaria S.)
 

"Una lettura delicatissima" (da Giuseppe F.)


 

1) Nella prima edizioni del libro ci sono degli errori di stampa che sto provvedendo a correggere per la prossima ristampa. Mi scuso per tutti i lettori.
Claudio Penna