Donne che hanno cambiato il mondo o hanno tentato di farlo.
 

Sono sicuramente milioni le donne straordinarie.
In questo libro voglio parlare di alcune di esse, di donne conosciute spesso
soltanto per qualche episodio magari eclatante; in realtà dietro quegli episodi
c’è un’intera vita che ha permesso e preparato quell’episodio, quel momento,
quella frase che le rese così famose.
Sono donne diventate in qualche modo icone dei diritti civili, come Rosa
McCauley, conosciuta meglio come Rosa Parks; donne simbolo della tenacia
nell’affermazione del proprio lavoro come anche delle proprie capacità, come
hanno fatto Marie Sklodowoska Curie e Dorothy Jean Johnson Vaughan; donne che
sicuramente hanno infranto molti primati degli uomini come nel caso di Elizabeth
Jane Cochran, nota come Nellie Bly.
Donne come la top model Waris Dirie che ha lottato e che lotta ancora oggi per
abbattere pratiche disumane, tra cui le mutilazioni genitali femminili.
Donne che si sono battute per la libertà d’Italia, per una Costituzione giusta e
per i diritti dei bambini e delle donne: Teresa Mattei è una di queste donne.
Donne uccise per la cattiveria e i pregiudizi, come Anna Göldi, l’ultima
cosiddetta “strega” in Europa.
Donne come Edith Stein e Sophia Scholl che nel loro pensiero e nel loro vissuto
hanno riformulato il concetto di umanità, di coscienza e di morale e che la
furia nazista ha tentato di fermare.
Donne come Gianna Jessen, sopravvissuta alla più disumana pratica abortiva,
l’aborto salino, e che oggi ama definirsi “la bambina di Dio”.
Donne che provengono da grandi storie, come Eva, ritenuta in modo ingiusto la
“madre di tutti i mali” trascinando con sé in questo nefasto giudizio tutto il
genere femminile; come Giuditta che metterà al servizio degli uomini e della
patria la sua bellezza e la sua intelligenza; donne come Antigone che, oltre
tremila anni prima di Sophie Scholl pone la coscienza al primo posto, anche
davanti alle leggi quando queste non si dimostrano capaci di perseguire prima di
tutto il bene dell’uomo e la sua dignità.
Infine, donne come Manila, il cui racconto racchiude decine di donne vittime di
omicidio, nella maggior parte dei casi perpetuato di chi avrebbe dovuto
proteggerle e amarle.


Pubblicazione prevista: fine 2021